Dopo ormai due settimane piene di calcio mondiale siamo a una svolta: ieri sera il Brasile Ë stato eliminato dalle fasi finali da una Olanda che fa della concretezza la lor arma unica e migliore. Molte squadre blasonate sono state fortunatamente eliminate dalla competizione, non voglio certo parlare della confezione LIPPi, nË di quella di DOMENEQUE, ne di quella CAPELLO, ma di altre compagini che oltre ad essere state eliminate rischiano grosso, e da un punto di vista fisico: la Corea del nord ad esempio puer partecipando a un girone proibitivo, pur essendo disposta decentemente in campo, pur avendo dato il loro massimo, non hanno passato la prima qualificazione rischiando al arientro in patria i campi di lavoro pesante, almeno questo si Ë ventilato nel vociare popolare mondiale. Altra squadra, questa volta una africana, non avendo passato il primo turno sembra sia stata ritirata dalla competizioni mondiali per tre anni dal proprio Presidente. Che dire: i nostri, i francesi meritano un discorso a parte, per loro  o meglio per i  confezionatori altro che campi di lavoro, ma siccome mi informano che non si puo fare... almeno che rinuncino dandoli in beneficenza, ai loro compensi: MAQUANDOMAI!!! Almeno un regalo potrebbero farcelo: oggi si sente dire "mi assumo la completa resËponsabilita di cio che Ë successo" ma cosa vuole dire?? COn la comopleta responsabilit‡ si giustificano due anni di sbagli clamorosi a dispetto di tutto e tutti? Si giustifica il fatto che giocatori pronti alle competizioni siano stati esclusi per interessi societari (dove per societa non intendo certo e solo le societa di calcio ma altre tipo GEO di lippiniana fattura)? Un qualsiasi cretino, basta sia sponsorizzato da un politico,  ha diritto a comportarsi da ebete e far pagare la propria negligenza a tutti? Non credo sia valido questo modo di operare anche se, guardandomi intorno, vedo un mucchio di gente mediocre che si avvalla di appoggi che sono dettati solo da politiche e mai da capacit‡... Tanti parlano di meritocrazia ma forse intendono proprio con questo termine la loro capacit‡ di aggregarsi politicamente conoscendo a fondo le loro capacit‡ e competenze: nulle!!

Un'altra considerazione per il mandela mondiale, Ë per gli stadi: meravigliosi, capienti molti sicuramente di provenienza rugbystica ma tutti,   belli belli belli!! AL di la della bellezza si nota come gli stessi siano starcolmi di gente che seppur "armata" di vuvuzela riempe gli spalti di gioia, allegria e voglia di divertirsi al di l‡ delle vicende politiche e dei drammi economici. E gi‡ si parla tanto di questo Sud Africa meraviglioso, ma penso innanzi tutto alle disparit‡ sociali ancora esistenti: per il rugby le squadre formate dal 80 per cento da bianchi con sugli spalti pochissimi neri tutti vestiti in maniera occidentale, per il calcio tutto esattamente l'opposto con balletti tribali invidiabili. Pochi sono gli articoli e i servizi dei media che si occupano della miseria nei quartieri a ridosso delle Town, anche nel film INVICTUS (da VEDERE assolutamente!) non viene lasciato poi tanto margine a quest'aspetto. Quello che si capisce o meglio si avverte, sono gli ampi spazi e le enormi distanze, del resto anche se a sud qui Ë AFRICA.

Il carrello è vuoto

 

Statistiche