flashmopbControllando i movimenti di facebook, mi accorgo di una nuova tendenza giovanile confertami poi da vari ragazzi primo tra tutti da mio figlio: il flash mob. Con questo strano termine, si intende una "rappresentazione" più o meno spontanea concordata proprio su facebook come invito e un mucchio di gente che si da appuntamento nel luogo convenuto per metterla in pratica. LA cosa buffa è che l'"organizzatore è colui che con un fischio o con gesto dà inizio alla manifestazione, e con lo stesso gesto ne determina la fine. Quando sono venuto a conoscenza di tali "manifestazioni" sono rimasto molto sorpreso, poi ho saputo delle varie tipologie di manifestazione, del tam tam di facebook, e non per ultimo addirittura un sito che si preoccupa sia dell'archiviazione dei flash mob avvenuti sia della pubblicità di quelli che verranno. In cosa consiste più precisamente il flash mob? La mia prima conoscenza a proposito è stata la battaglia dei cuscini alla quale ha partecipato anche mio figlio: dopo l'"invito" su facebook, i partecipanti arrivano nel luogo convenuto, e all'ora convenuta "qualcuno" scandisce il tempo alla fine del quale ha inizio la battaglia dei cuscini tirati fuori da zainetti sino a quel momento anonimi. Dopo qualche minuto di cuscinate il tutto ha fine e i partecipanti si disperdono sotto gli occhi increduli dei passanti che ancora non capiscono cosa sia successo e da dove arrivano tutti quei cuscini. Un'altra manifestazione, quelli di vari gruppi che ballano in seguenza fino a confluire all'unione di tutti i gruppi che ballano tutti insieme. Scordavo di dire che i luoghi scelti sono frutto di scelta accurata sia per la bellezza che per la visibilità che l'evento può suscitare. Ecco quindi che Piazza Trilussa prima la stazione Termini dopo sono stati il palco per questi due flash mob descritti. Nel mese prossimo, non ricordo il giorno, è prevista a piazza del Popolo la danza dei partecipanti che si dovranno preoccupare di farla nel modo più "matto" possibile con cuffiette nelle orecchie che diffonde lo stesso brano per tutti (chiaramente precedentemente scaricato da facebook). Non so chi sia ad organizzare il tutto, mi sembrano personalmente energie importanti perse per eventi di poco conto: lo stesso impegno per qualsiasi altra impresa produrrebbe risultati notevoli...è forse ciò che si vuole evitare? Spero di no e mi auguro che i flash mobber non cadano in cadute di stile troppo facilmente raggiungibili con questi numeri e con queste organizzazioni.

Il carrello è vuoto

 

Statistiche