berlusconi cornaHanno ragione gli inglesi per il Sig. Silvio Berlusconi, il 13 porta male, e lui deve far fagotto il 12 Novembre 2011, negoziando non si sa perché e con quali armi in mano, le dimissioni a favore di una “presenza” del factotum Letta nel prossimo governo. A parole, almeno, qualcuno che si preoccupa delle sorti nazionali c’è, tantè che proprio Letta comunica la sua decisione al Sig. Napoletano di potersi far da parte a soluzione della crisi di governo. Solo ieri sera in tarda serata, ecco le dimissioni del premier, condite dalla sua incomprensione per gli insulti che arrivano dalla strada, sia da piazza Colonna che da fuori palazzo Grazioli: gli urli DIMISSIONI DIMISSIONI, DIMETTITI, BUFFONE sono l’epilogo incruento che avrebbero desiderato sia BENALI, che MUBARACK che il suo amico fraterno GHEDDAFY, e lui si lamenta…!

Andando indietro nel suo operato cosa imputargli?

     In primis la sottovalutazione della crisi economica mondiale che ha ci ha condotto a operare scelte improvvisate per contenere un deficit nazionale da record dell’orrore.

   In secundis il suo modo d far politica, anzi di comprarla fatta di affermazioni forti che se, e quando trovavano indignazione venivano regolarmente negate con la tipica frase che è stata abbracciata da tutti i ministri del suo governo: sono stato frainteso!

   In terzis il coinvolgimento nazionale che ha fatto delle sue faccende personali: per mesi si è parlato altro che di congettine, soubrette, escort; al di là dell’oceano un presidente con attributi a grappoli, tal Bill per molto meno (presunte tracce organiche su un maglione) è stato messo alla gogna mediatica sia dai suoi che dal mondo intero.

Da dire che il suo ruolo principale, quello che forse nessuno ricorda, lo faceva e continua a farlo bene: in Italia e nel mondo pochi gli imprenditori come lui. Certo quando per far l’imprenditore si elargiscono favori a destra e manca, ci si iscrive a logge, si chiede sostegno a un governo craxiano, diventa tutto un po’ più semplice: la sua forza era, ed è, infatti la capacità di mettere insieme il diavolo e l’acqua santa, qualità invece che a sinistra manca, è mancata sia per apicella berlusconi--192x144cultura che per sufficienza nell’osservare gli orizzonti previsti. A ricordo di questo suo comportamento, eccolo che in anni lontani “riabilita” un certo Fini che dà il benservito agli squadristi e si propone come addirittura candato al Campidoglio, che dire poi di Bossi che insieme a lui riesce a ad essere l’ago della bilancia governativa: certo quando paghi un mercenario devi sempre esser sicuro di potergli assicurare un salario più alto almeno di un soldo della concorrenza, altrimenti diventa un traditore, e serve a nulla poi guardarlo in faccia alle votazioni.

Sono preoccupato per il nostro futuro e per ciò che assisteremo con il governo Monti, ma contento della caduta del governo fosse altro per evitare di ascoltare sproloqui di gente deputata a rappresentarlo come Santanchè, Larussa, Bocchino, Gasparri, e perdonatemi se non ricordo altri nomi ma non seguo molto le fiction e programmi mediaset del sabato sera.

Il carrello è vuoto

 

Statistiche