Ieri sera, ho scoperto il Granteatro in quel di SaxaRubra per vedere lo spettacolo di Enrico Brignano. Devo dire tre ore passate con la massima piacevolezza, con garbo, ridendo anche di argomenti che altri avrebbero trattato in maniera più pesante. Con lui, grande mattatore del palco, si segue una linea che và dalla sua nascita, ai giorni nostri, seguendo il percorso fatto dal padre. Incredibile la visione dell'eros , delicata pur parlando di giochini che normalmente avrebbero conosciuto altro linguaggio. Forse un pò fuori luogo i balletti ma evidentemente servono all'artista per poter ricaricare le batterie nel corso delle tre ore no stop. Il teatro confortevole, ci accoglie non forse all'altezza del prezzo pagato, l'artista lo sa e se ne scusa, anche se poi i denari li gode anche lui!!

E' comunque quasi finito l'anno bisestile in corso, siamo tutti in attesa di oltrepassare il limite posto dai Maja, e nel frattempo corriamo come sempre dietro alle carotine che abbiamo davanti e speriamo solo davanti! E' storia di questi giorni il riaffacciarsi sulla scena anche europeista del Sig Berlusconi, con i mercati che pur di smarcarselo vanno in picchiata; nel contempo la sinistra ha definito dopo tanto spettacolo il suo rappresentante nel Sig Bersani...che dire? cosa è cambiato? La novità, la presenza di questo anno il Sig Monti, sembra non lasciare tracce politiche ma solo macerie fatte di "riforme" da lui volute, mentre tutti speravamo che il tecnico, in quanto tale, mettesse il dito e le mani anche nei patrimoni importanti, invece si è limitato a fare man bassa dove i patrimoni non ci sono ma solo salari. Le disparità sociali diventano dopo quest'anno ancora più importanti, ed è forse questo il solco che la politica ha voluto tracciare, e per dirla alla marchese del Grillo, "perchè io sono io e voi non siete un cazzo!". Certo così non si allargano gli orizzonti: inutile alzare un pò di polvere a proposito dell'evasione, tutti sappiamo e ne siamo coscienti figuriamoci gli addetti ai lavori, leggi Guardia di Finanza. Allora facciamo partire l'azzeramneto dell'evasione, ma poi quei soldi impieghiamoli per poter creare lavoro e posti di lavoro, se no facciamo la fine di qualche anno fa con il governo Prodi, dove il "tesoretto" se lo sono mangiato con tutto il forziere

Il carrello è vuoto

 

Statistiche