clicca-qui1A questo punto della stagione si aspetta il sole, il bel tempo e soprattutto, si redige un reso conto delle attività svolte durante i mesi freddi. Parlando poi di uno sport come quello della palla ovale questi sono gli ultimi attimi di gioco, per chi chiaramente milita in squadre di blasone...per gli altri purtroppo la stagione si è già conclusa qualche settimana fa. Andiamo per ordine:

  1. Nella massima serie il Prato contenderà lo scudetto al Mogliano; le squadre si sono imposte in pochi anni come  giovani realtà supportate da   società che evidentemente hanno tracciato delle linee guida inequivocabili, per altro rispettate da i loro organici
  2. Nelle serie A lo scontro dei playoff è tra Piacenza e URC  e tra Valpolicella e Recco. Qui qualche nodo viene al pettine: la prima coppia quest'anno ha  giàdisputato  tre incontri, e mentre nei primi due il divario di punteggio è stato esiguo, nell'ultimo incontro valevole per la semifinale la squadra romana si è imposta con ben trenta punti di distacco che nella gara di ritorno avranno il loro peso.                                                                                                                                        Finalmente in casa romana si è visto un bel gioco, una bella mischia, una touche da dimenticare oltre ai 25 punti di mr Bocchino. Questa è forse la vera forza di questa compagnine, tutti (quasi tutti ndr)rigorosamente dilettanti, tutti provenienti da esperienze importanti, tutti che creano in campo una folla di non meno 60 persone ad allenamento.             Qui il nodo societario....ammessa per assurdo e con i dovuti scongiuri la promozione Eccellente, come pensa la società a sopperire al gap naturale con i PROF? I ragazzi crescono a bistecche, si vedono poche proteine  ma l'eccellenza vuole almeno  5 allenamenti e una formazione da culturista che richiede proprio e purtroppo il professionismo.                           A questo punto se si volesse rimanere puri e' assurdo rischiare nulla per non rivivere l'esperienza vissuta dai ragazzi della Under23 che si sono scontrati in semifinale nazionale con il Petrarca Padova dove oltre agli under23 limitavano 5 Over27 della prima squadra , leggi PROF Eccellenza. Sarà curioso vedere gli sviluppi della vicenda, cosa decideranno di fare nella stanza ovale?
  3. In serie B nel girone4 passa il Benevento e il Gransasso  uniche squadre che sanno cosa serve per avere risultati: soldi, investimenti, tecnici, staff medico: per gli altri purtroppo solo apparizioni a coronare le squadre che hanno fatto (o meglio hanno cercato di farlo) un piccolo passo in avanti, leggi Reggio Calabria, Colleferro. Si purtroppo non si parla di atleti, ma con i soldi si scelgono i giocatori, che i vivai non riescono a produrre, validi nei ruoli chiave.                  Il Frascati tarda in classifica lasciando a casa un primo ed improbabile tecnico per affidare il "Frascati pacco" a Mr Micio (Luciano Bronzini) che per lo meno ha l'onore di portare in salvezza la squadra. La società con le sue ambite costruzioni?? Per il momento tanta pubblicità, un consigliere nel Comitato Regionale( Sig. Bruno Formicola) e un nuovo direttore sportivo (Sig. P. Gentile per promuovere il rugby a 13 nazionale)  e ragazzi che pagano per divertirsi a giocare...i presupposti sembravano altri. 
Il carrello è vuoto

 

Statistiche