Arrivo sempre DUE!! Pensavo di scrivere qualcosa rispetto ai figli o meglio alla mia situazione di genitore, ed ecco che arriva Valerio Mastrandrea che mi spiazza con il suo monologo. Beh come potrei mai pretendere di prendermela con il nostro Valerio, attore che ammiro per la sua comicità malinconica, per il suo spessore e per quel  suo modo di essere?

Volevo appunto scrivere come in vecchiaia, ci si accorge di come manchino i genitori, di come oggi saremmo pronti a disposti a passare qualche ora in più con il nostro genitore: oggi sarei pronto a quella partita a dama o a quella chiacchierata dalla quale  da giovane quasi fuggivo... Oggi mi manca davvero il genitore, oggi che sarei pronto per dirgli cosa davvero ho fatto e realizzato con i suoi insegnamenti, quali di questi ho trasferito alla mia prole...è lui a non esserci e non certo per sua mancanza.

Purtroppo il rapporto genitore figli è dettato da date che nessuno mai riuscirà a modificare...quando si guarda il genitore dal basso non si è ancora niente e quando lo si guarda negli ultimi giorni di vita siamo ancora niente. Solo molto dopo, cioè quando usando la vita questa ci ha consumato, ci accorgiamo di quanto potrebbe essere bello un incontro con il genitore, di come adesso a parità di forze ed esperienze si potrebbe colloquiare tranquillamente per ore sulle esperienze trascorse.

Ieri il mio compleanno oggi quello di Simone, lui pronto a decollare verso la sua vita con i suoi bagagli ricolmi di preparazione, speranze ed aspettative io un pò stanco per aver cercato di  raggiungerle tutti e due su due piani  diversi spero non troopo lontani. Auguri a noi 

Il carrello è vuoto

 

Statistiche