Febbraio Pubblicato: Martedì, 16 Febbraio 2016 18:44 | Scritto da Super User | Stampa | Email | Visite: 54

Eccomi a voi. Normalmente in questo periodo parlo del torneo delle 6Nazioni, quest’anno ho desistito visto gli articoli molto più tecnici e precisi di Simone 1° giornata 2° giornata Rimane quindi di parlare del vissuto o meglio di ciò che viviamo. Si fa un gran parlare di coppie di fatto, di adozioni da parte delle stesse, o meglio se ne parla perché fa parte del programma delle rivoluzioni renziane alle quale siamo tutti sottoposti…non per ultima quella dell’inglobamento della tassa RAI in bolletta elettrica. Non voglio parlare di chi la evade questa tassa, ma di come ci stanno vendendo la diminuzione della stessa. Un attacco mediatico RAI mai visto prima, ci informa che la tassa è stata abbassata, da 113€ a 100€, scordandosi che sull’imponibile della bolletta della luce, ci si paga l’IVA al 21% credo… Per ciò che riguarda le coppie di fatto, molto si dice, molti per moda o per convinzione le accettano per poi bloccarsi proprio sull’adozione dei bambini. Nessuno parla o menziona quanti sono i bimbi abbandonati negli orfanotrofi che per fortuna o per disgrazia sono allevati e cresciuti da suore. Lì avere solo mamme funziona, nelle coppie di fatto no… Lo stesso anacronismo che attanaglia i nostri tempi: ti vedo, so che esisti ma ti ignoro e finché ti ignoro tutto funziona alla meraviglia. Piccolo e sgradito parallelo con gli immigrati: anche loro soffrono, scappano da realtà a noi inimmaginabili, ma quando poi li dobbiamo gestire siamo incapaci di relazionarci con la realtà proposta. Chi vi parla non è certo uno dalla mente aperta a trecentosessanta gradi, ma la libertà di ognuno va regolata, non imposta. Per andare su toni forti, bisognerebbe vedere il video delle IENE di domenicam14 Febbraio, si proprio la domenica degli innamorati: ognuno può e dovrebbe amare e condividere se stesso con chi vuole. Il video l'ho vissuto come un pugno allo stomaco ma apre gli occhi a chi non vuol vedere Un bimbo che cresce ateo, ma circondato da amore e partecipazione, penso che da grande sarà sereno e si offrirà positivamente alla società che lo ha ospitato. Del resto se proprio vogliamo vedere la cronaca, i giornali aumentano le vendite proponendo mamme/papà che straziano i propri figli togliendo loro la felicità che gli è dovuta, in molti casi addirittura la vita.

Il carrello è vuoto

 

Statistiche