Trequanda

Si chiude un altro decennio, il prossimo mi porterà a contarne 6 già vissuti... un traguardo importante anche se difficile da digerire. La stanchezza è alta, non tanto quella fisica, ma quella indotta dalla sopportazione di gente inutile, che fa del suo vivere un continuo nascondersi dietro a decisioni e prese di posizione di altri, a loro beneficio. Non sto qui a delineare immagini e profili di queste persone, tanto oggi è la fiera di queste figure. Chiunque apre bocca, subito dopo spara a zero e un secondo dopo afferma di essere stato frainteso o si nasconde dietro quella risata che è tipica di chi ha nulla da dare e offre la sua compiacenza a tutti, tanto da essere accettato dai più. Beati loro!
La vita procede con il suo solito incalzare, forse un po’ troppo in salita, con la salute sempre al risparmio. A breve entrerò nuovamente in sala operatoria e partirà un altro periodo di fatica fisico mentale non indifferente. Peccato perché dopo aver pedalato sempre in salita, raggiunti dei buoni traguardi professionali sono costretto a fermare tutto per qualche mese, per poi tornare a correre in una salita già conosciuta, già affrontata, nella speranza che nessuno l’abbia variata.
Oggi 14 dicembre, Roma sarà invasa dalle SARDINE: a oggi sembra l’unica contrapposizione seria al mondo destrorso di Salvini e company. Dopo un semplice tam tam social, si sono raccolte migliaia di persone nelle piazze di tutta Italia, fosse altro per dimostrare che il popolo non si sente rappresentato da chi ha votato. Questi ultimi hanno l’arroganza di appropriarsi di queste masse, senza vergogna. Certo è che movimenti così vasti credo abbiano una regia ben precisa mirata proprio a creare le domande che nessun altro potrebbe porre, fosse altro per l’onestà che sembrano emanare.
Lo stesso caso lo si vede nei movimenti della Greta THUMBERG, ragazzina internazionale che è riuscita a svegliare le coscienze di tutto il mondo. Certo sembra tutto facile e onesto, anche se basta spulciare un po’ e neanche tanto, e si vede come la bimba sia supportata da mammà che dirige i suoi movimenti e perché no i suoi interessi... anche economici derivati.
Certo vivere oggi non so se sia più facile di come lo sia stato per me: noi si seguiva un ideale, anche se agli ultimi colpi di coda, avevamo dei canoni dentro i quali ci si muoveva. Oggi i ragazzi non hanno certezze, nel lavoro sono stati venduti a contratti capestro proprio dai politici, che avrebbero dovuto cautelarli; i sindacati ormai esistenti solo nelle grandi entità, vedi FIAT, hanno poca voce in capitolo, visto come hanno smembrato la base che dovrebbe fungere da supporto. Mai come oggi vedo persone che si vendono e prostituiscono per pochi denari vendendo diritti acquisiti che a loro sono costati nulla ma che sono frutti di anni e anni di dura lotta.
Che dire, sono molto amareggiato e credo che il 2020 non ci regali molte novità a riguardo. Politicamente si vive alla giornata, non esiste un piano industriale di sviluppo e crescita , ai vertici sono poste persone incapaci che dilapidano mezzi e speranze, il mondo ci crolla addosso dopo anni passati a far finta di niente, senza far manutenzione a beni che ci siamo trovati pronti, senza sudarli.
Basti pensare a un piccolo esempio che mi ricorre sempre sotto gli occhi: guardate quante stazioni ferroviarie vengono chiuse e abbandonate al nulla. Centinaia di anni fa i nostri avi hanno lavorato duramente per permettere a tutti noi di godere di questi beni, che oggi vengono giudicati superflui in virtù di costi che si dovrebbero affrontare per mantenere i beni costruiti non certo con i soldi nostri...quindi sono gratuiti, possiamo anche buttarli tanto...

Il carrello è vuoto

 

Statistiche